fbpx

Pesce impanato? Ottimo! Se scegli quello giusto

I bastoncini di pesce: da evitare oppure no?
Di Gianpaolo Usai , 13 Giugno 2017

Pesce impanato? Ottimo! Se scegli quello giusto

Bastoncini di merluzzo, bastoncini di salmone, bastoncini di pesce: questi sono i prodotti che si vendono da tanti anni nei supermercati, e che molte mamme ritengono una scelta di primaria importanza per i loro bambini: ma cosa stiamo comprando realmente? Ne siamo pienamente consapevoli?

Testo alternativo qui

Testo alternativo qui

Tante mamme ritengono il prodotto qui in foto un cibo molto salutare e pagherebbero oro per farlo mangiare ai propri bambini restii a mangiare pesce, dato che tanti bambini oggi non ne mangiano fino all’età adulta! I bambini non amano il pesce fresco, preparato e cucinato a casa dalla mamma, di solito. Ma i prodotti impanati preparati dall’industria alimentare - come quelli qui in foto - i bambini li mangiano volentieri, come mai?

Beh questi li mangiano perché l’industria sa come prenderti per la gola, aggiungendo nella panatura sostanze altamente palatabili (saporite) che sono gradite al nostro gusto. Ma le sostanze che aggiunge l’industria sono purtroppo quasi sempre di bassa qualità nutrizionale e spesso anche poco salutari, come ad esempio lo zucchero aggiunto in questo prodotto in foto, oppure il sale aggiunto a quantitativi piuttosto alti.

Se i bambini spesso rifiutano il pesce preparato in casa, ci sono dei motivi ben precisi che riguardano per esempio le modalità di preparazione della pietanza, e vi sono anche delle spiegazioni scientifiche sul comportamento educativo a monte dei genitori nei confronti dei loro figli.

Analizziamo dapprima gli errori alimentari e nutrizionali compiuti da genitori e talvolta anche da certi pediatri, nell’alimentazione del bambino durante lo svezzamento. L’errore più classico è quello di dare al bambino come primo cibo l’omogeneizzato (un preparato industriale costruito ad hoc con le stesse modalità di preparazione del bastoncino di salmone qui esposto in foto, ma per infanti anziché bambini o adulti). Questo alimento abitua il bambino - ancora privo di una sua identità gustativa e di preferenze alimentari - ad un determinato sapore, molto ben definito e circoscritto, e in particolare a quella specifica intensità di salato o di dolce, che l’industria seleziona attraverso test scientifici molto accurati e che sa essere l’intensità gradita, in media, di un campione di individui.

In una parola, quella che è irresistibile al gusto e che dunque funziona, che si può replicare e standardizzare a livello di massa, cioè industriale. Abituando i nostri baby a quel determinato gusto, facciamo un vero e proprio imprinting sui gusti del bambino, che lo accompagnerà poi spesso a vita. Come un marchio indelebile, che poi non sarà facile cancellare o modulare anche da adulto. Come dire, gli piacerà solo quello a vita, quando si tratta di pesce, o qualcosa che si avvicina a quel sapore specifico. L’errore a livello educativo consiste dunque proprio nell’esporre i bambini molto piccoli al cibo industriale come primo contatto, mentre sarebbe meglio esporli ad un sapore diverso, più genuino e casalingo, caratterizzato da intensità di salato e di dolce meno forti rispetto a quelle usate dall’industria.

Chiaramente non significa dare al bambino il merluzzo lessato senza alcun sapore di contorno e senza sale, questo potrebbe non essere accettato molto probabilmente dal bambino (anche se non lo escluderei a priori… Bisognerebbe infatti provare, proprio perché in età di svezzamento i bimbi sono ancora come una tavola bianca (vergine), su cui è possibile adagiare qualsiasi tonalità di colore, sia il rosso intenso che il rosa delicato… Per usare un modo figurato di inquadrare il problema).

Ma se la mamma preparasse il pesce impanato in casa e sapesse rendere la panatura gustosa con ingredienti naturali e sani, allora avremmo ottenuto lo stesso risultato di far apprezzare il pesce ai bambini sin da piccoli, usando però prezzemolo, aglio, sale, limone e pangrattato, per fare la nostra panatura.

Un altro esempio di insaporire in maniera supersalutare un filetto di pesce potrebbe essere quello di ricorrere ad una maionese fatta in casa con uova di qualità, olio buono e un pizzico di sale e limone. Oppure una salsa citronette, una semplice variante rispetto alla maionese, ma con gli stessi ingredienti tranne le uova. Questi condimenti si possono preparare in casa in pochissimi minuti, e sono vincenti sui piatti, i bambini adorano queste salse, e anche gli adulti se prendessero atto che si tratta di condimenti migliori da usare nella alimentazione, rispetto a quelli industriali (maionese industriale, ketchup, ecc.). Fra l’altro, a casa possiamo fare una panatura leggera e meno spessa di quella presente nei prodotti industriali. Notate nel prodotto industriale in alto come la panatura del pesce ammonta a ben il 50% sul totale del prodotto…!

Mentre nell’esempio che vi mostro qui di seguito in foto, la panatura è meno spessa ed è fatta solo con ingredienti naturali: si tratta di filetti di merluzzo impanati in maniera molto semplice e tradizionale, sono gustosi e sicuramente un bambino che sperimenta per la prima volta il pesce, li apprezzerebbe. Ovviamente se prima non gli è stato dato l’omogeneizzato di trota o di nasello tipico dell’industria...

Testo alternativo qui

Testo alternativo qui

Altri errori che si compiono di frequente nell’educazione alimentare dei bambini sono quelli che avvengono durante la gravidanza nella alimentazione della mamma, dal momento che le sostanze che mangia la mamma, come quelle contenute nel pesce per esempio, passano poi al feto attraverso la placenta e creano un imprinting, vale a dire che se il feto è già sollecitato e stimolato da sostanze come pesce, verdure, legumi, cavolfiore ecc., allora il bambino accetterà con molta probabilità di buon grado questi alimenti anche in giovane età.

Al contrario, purtroppo, i bambini e i neonati sono sollecitati massicciamente con alimenti provenienti dalla dieta della mamma come le farine raffinate (bianche), lo zucchero, il latte zuccherato, i cibi molto salati industriali, per cui sviluppano gusti alimentari e dipendenze neuronali fortissime da queste sostanze già in tenera età, rendendo di fatto poi molto improbabile l'interesse del bambino verso alimenti più naturali come il pesce, le verdure o i legumi.

In conclusione la cosa importante che vorrei che tutti i lettori memorizzassero a proposito di questo prodotto è la seguente: quando comprate questo salmone, in pratica state comprando solo il 50% di pesce e il rimanente è farina, acqua, olio e amido!

Un prodotto che contiene infatti appena il 50% di salmone, con ingredienti come farina di frumento, zucchero, acqua, olio di colza, lievito, amido di patata ecc. In pratica assieme al salmone si introducono diversi altri “alimenti” non favorevoli alla salute o comunque non richiesti assieme al salmone, facendoli pagare cari come il salmone. Sarebbe preferibile acquistare dei filetti di salmone al naturale (surgelati o freschi) e poi preparare una panatura più sana in casa con ingredienti più genuini e senza zucchero, lieviti o amidi. Oppure preparare una salsina in casa da servire col pesce sei bambini fanno i capricci per mangiarlo, come spiegato prima.

Ecco gli ingredienti di questo prodotto industriale al salmone:

  • salmone rosa 50%
  • farina di frumento
  • acqua
  • olio vegetale di colza
  • sale
  • paprica
  • lievito
  • zucchero
  • amido di patata
  • curcuma

Non hai ancora trovato la soluzione che cercavi?

Forse la stai cercando nel posto sbagliato. Hai bisogno di un metodo pratico che ti dica dove guardare. Vieni a scoprirlo nei K Start GRATIS.

Cosa sono? Il Fitness è un campo troppo vasto per riuscire a non perdere mai l'orientamento. I K Start sono la visione d'insieme che permette di farlo, che tu sia un Appassionato che vuole migliorare se stesso o un Professionista impegnato ad aiutare gli altri a farlo.

SCEGLI:

Psss! Se non lo hai ancora fatto, iscriviti alla Newsletter per ricevere uno sconto del 15% su tutti i servizi Oukside, oltre a preziosi ed esclusivi consigli! Iscriviti ora alle News

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.