fbpx

Food Review: creme spalmabili alternative

Gusto e salute in una crema spalmabile di elevata qualità
Di Gianpaolo Usai , 08 Novembre 2016

Food Review: creme spalmabili alternative

Le creme spalmabili sono un ottimo alimento, ricche di nutrimento in quanto contengono una concentrazione di sostanze e nutrienti. Ma la crema spalmabile può essere un concetto da sfruttare in maniera diversa rispetto alla solita crema gianduia cacao e nocciole.

Il prodotto nelle foto in basso è una crema ipernutriente e salutare, che ogni persona può utilizzare giornalmente come fosse un integratore, ad esempio perché è ricca di acidi grassi Omega-3 (nello specifico di ALA, acido alfa-linolenico proveniente dai semi di lino). Inoltre questa crema è ricca di sostanze antiossidanti polifenoliche, contenute nella pasta di cacao crudo che viene impiegato.

Viene dolcificata leggermente con uno zucchero naturale a basso indice glicemico quale è lo zucchero da fiori di palma di cocco (si ottiene dal nettare dei fiori degli alberi di cocco), uno zucchero che ha un IG di 35 da studi comprovati a cura del Philippine Food and Nutrition Research Institute.

Questo zucchero è ritenuto dalla FAO lo zucchero più sostenibile per il pianeta, e avrà un impiego via via crescente nel futuro, anche perché si tratta di uno zucchero non raffinato che conserva quote di minerali come zinco, potassio e ferro abbastanza importanti, ed un contenuto di vitamine del gruppo B superiore a quello dello zucchero grezzo di canna Mascobado.

In ogni caso, la quantità di zucchero impiegata in questa crema è minima (pari al 24,9%) e il profilo nutrizionale complessivo è assolutamente a favore sia della calma insulinica, sia dell’apporto di nutrienti salutari e funzionali. Questa crema spalmabile apporta solo 36g di carboidrati, in confronto alle classiche creme spalmabili commerciali che si attestano invece sui 60g.

Le proteine della più famosa crema spalmabile al mondo sono 6 grammi/100g, mentre qui ne abbiamo 14,8 grammi. Le fibre in questa crema alternativa sono 21,9 grammi, una quota davvero notevole che andrà tutta a vantaggio della nostra salute (sono fibre che arrivano dal cacao e dai semi di lino infatti). I grassi sono 25,4 grammi su 100g.

Valori nutrizionali crema spalmabile lino e fondente

Insomma, un prodotto e una idea di spalmabilità che a mio avviso è vincente. E per finire, come ciliegina sulla torta, questa crema è anche biologica. La potete trovare o ordinare nei negozi di alimenti naturali e biologici, come NaturaSì, oppure provare a contattare l’azienda produttrice di Verona e fare un ordine diretto, nel sito web Vivoo sono disponibili anche le versioni con zucca e fondente e semi di canapa e fondente.

Ultime due annotazioni importanti su questo prodotto: la pasta di cacao è lavorata a basse temperature, quindi si tratta di cacao crudo con ancora più sostanze antiossidanti polifenoliche protettive per la salute. Ed è una crema completamente vegan, adatta per l’alimentazione dei vegani, e senza glutine.

Crema spalmabile vivoo

Etichetta crema spalmabile Vivoo

Non hai ancora trovato la soluzione che cercavi?

Forse la stai cercando nel posto sbagliato. Hai bisogno di un metodo pratico che ti dica dove guardare. Vieni a scoprirlo nei K Start GRATIS.

Cosa sono? Il Fitness è un campo troppo vasto per riuscire a non perdere mai l'orientamento. I K Start sono la visione d'insieme che permette di farlo, che tu sia un Appassionato che vuole migliorare se stesso o un Professionista impegnato ad aiutare gli altri a farlo.

SCEGLI:

Psss! Se non lo hai ancora fatto, iscriviti alla Newsletter per ricevere uno sconto del 15% su tutti i servizi Oukside, oltre a preziosi ed esclusivi consigli! Iscriviti ora alle News

Commenti (6)

  • Marinella

    Marinella

    29 Settembre 2017 at 14:02 | #

    Ciao! Ti seguo da un po' e mi piacciono tutti i tuoi articoli.
    Vorrei sapere una cosa..
    la zucca ha indice glicemico alto ma carico glicemico basso.. pochi grassi, quasi tutta acqua. Perché molti sconsigliano di mangiarla di sera?
    Grazie mille

    Rispondi

  • Vincenzo Tortora

    Vincenzo Tortora

    29 Settembre 2017 at 14:48 | #

    Ciao Marinella,

    Ti rispondo io anche se non Autore dell'articolo, in quanto la domanda è generica (attendiamo comunque altri pareri).

    -- Non c'è motivo per cui sconsigliare la zucca di sera.

    Però, se ci fosse un'argomentazione valida e scientifica secondo cui questi "molti" la sconsigliano, saremmo curiosi di dare un'occhiata.

    Un caro saluto,
    Vincenzo

    Rispondi

  • Marinella

    Marinella

    29 Settembre 2017 at 16:05 | #

    Grazie Vincenzo! uno dei motivi è che è ricca di zuccheri.. :( ma non sono tutte fibre e acqua?

    Rispondi

  • Vincenzo Tortora

    Vincenzo Tortora

    29 Settembre 2017 at 17:22 | #

    Ciao Marinella,
    queste persone hanno semplicemente voglia di complicare le cose.

    Complicare le cose li fa apparire "Esperti",
    detentori di qualcosa che sanno solo loro (e che sei costretta a pagare per scovare).

    Programma i tuoi pasti e inserisci le verdure liberamente (senza ingolfarti, con buon senso, ovviamente), tutte quelle che non hanno un contributo glucidico superiore a 10 g/100 g (quindi qualsiasi vegetale e ortaggio che non siano patate e tuberi).

    Dai un occhio qui e fai un *reset* da quella mala informazione :)
    https://www.oukside.com/blog/nutrizione/calorie-frutta-verdura

    Un caro saluto

    Rispondi

  • marinella

    marinella

    02 Ottobre 2017 at 09:42 | #

    Grazie Vincenzo!
    Ho dato un'occhiata all'articolo ed è veramente interessante.
    Quindi le uniche verdure "da calcolare" sono patate e tuberi?

    Rispondi

  • Vincenzo Tortora

    Vincenzo Tortora

    02 Ottobre 2017 at 11:19 | #

    Esattamente.

    ;)

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.