fbpx

Aumentare la massa muscolare fa bruciare più calorie e quindi dimagrire?

Aumentare la massa muscolare fa dimagrire ma non perché aumenta il dispendio calorico
Di Vincenzo Tortora , 11 Aprile 2017

Aumentare la massa muscolare fa bruciare più calorie e quindi dimagrire?

La domanda tipica del dieter che si appresta a intraprendere dieta e allenamento per migliorare la sua forma fisica è: “È vero che aumentare la massa muscolare permette un dispendio calorico molto più elevato e dunque benefici per la perdita di peso?”.

E la risposta tipica è: “Sì, devi aumentare la massa muscolare per bruciare più calorie anche a riposo”.

Ecco invece la verità.

Quanto conta il tessuto muscolare nel dispendio energetico?

Il mantenimento della massa muscolare quando si cerca di dimagrire è fondamentale. Ma non è per l’aumento del dispendio calorico a riposo che deve essere ricercato. Di fatto, la massa muscolare non consuma così tante calorie, per chilogrammo di tessuto, quanto si crede.

Diversi studi (1, 2, 3) hanno analizzato il dispendio energetico tessuto-specifico ottenendo questi risultati:

  • Il sistema nervoso centrale consuma: 240 Kcal/kg.
  • Il cuore 440 Kcal/Kg.
  • Il fegato 200 Kcal/Kg.
  • I reni 440 Kcal/Kg.
  • Il tessuto muscolare: 13 Kcal/Kg.
  • Il tessudo adiposo 5 Kcal/Kg.
  • Gli altri tessuti 12 Kcal/Kg.

La differenza di un chilogrammo di tessuto muscolare, quindi, fa variare il dispendio energetico di sole 13 calorie per Kg. Ma guardate il contributo del tessuto adiposo: 5 Kcal per Kg. Carino, no? Piuttosto che aumentare di 1 Kg la massa muscolare potrei pensare di aumentare di 2,5 Kg di grasso corporeo. Felice come una Pasqua: mi metto a mangiare gelato sul divano per ingrassare e aumentare il dispendio energetico al pari di quanto lo aumenterei con estenuanti allenamenti in palestra per aumentare di un misero Kg la massa muscolare.

Perché il tessuto muscolare è importante per dimagrire?

Lo scopo principale di sviluppare tessuto muscolare efficiente risiede in una maggiore sensibilità all'insulina ed una maggiore capacità delle cellule di passare da un metabolismo glicolitico (ovvero che usa glucosio ) ad uno lipolitico (ovvero che usa acidi grassi) velocemente e quindi aumentare l'ossidazione dei grassi in una situazione di restrizione calorica (ovvero, bruciare più grassi durante una dieta).

Più massa muscolare, insomma, poiché è il muscolo a farsi carico del metabolismo della maggior parte dei nutrienti, implica migliore flessibilità metabolica.

La massa muscolare è un tessuto attivo dal punto di vista metabolico non come “mero” consumatore di energia, ma come tessuto che ci permette di essere resilienti ed efficienti dal punto di vista metabolico (4) (più flessibili).

In particolare, mentre il tessuto adiposo produce sostanze con effetti negativi sull'organismo, il tessuto muscolare produce sostanze che hanno effetti positivi su metabolismo, immunità, infiammazione, ormoni.

Il tessuto adiposo come organo e le sue interazioni con gli altri organi sono rappresentati qui:

Il tessuto adiposo come organo

Qui invece le interazioni del tessuto muscolare, anch'esso ormai da considerare vero e proprio organo e non tessuto:

Il tessuto muscolare come organo

Riferimenti

  1. Wang Z et al. Specific metabolic rates of major organs and tissues across adulthood: evaluation by mechanistic model of resting energy expenditure. Am J Clin Nutr. 2010.
  2. Wang Z et al. Evaluation of specific metabolic rates of major organs and tissues: comparison between men and women. Am J Hum Biol. 2011.
  3. Wang Z et al. Evaluation of specific metabolic rates of major organs and tissues: comparison between nonobese and obese women. Obesity (Silver Spring). 2012.
  4. Wolfe RR. The underappreciated role of muscle in health and disease. Am J Clin Nutr. 2006.


Di più su questo argomento...

Non hai ancora trovato la soluzione che cercavi?

Forse la stai cercando nel posto sbagliato. Hai bisogno di un metodo pratico che ti dica dove guardare. Vieni a scoprirlo nei K Start GRATIS.

Cosa sono? Il Fitness è un campo troppo vasto per riuscire a non perdere mai l'orientamento. I K Start sono la visione d'insieme che permette di farlo, che tu sia un Appassionato che vuole migliorare se stesso o un Professionista impegnato ad aiutare gli altri a farlo.

SCEGLI:

Psss! Se non lo hai ancora fatto, iscriviti alla Newsletter per ricevere uno sconto del 15% su tutti i servizi Oukside, oltre a preziosi ed esclusivi consigli! Iscriviti ora alle News

Commenti (4)

  • Matteo Della Fonte

    Matteo Della Fonte

    28 Aprile 2017 at 09:59 | #

    ciao Vincenzo, ti faccio i miei più vivi complimenti. Sei un grande! da quando ho scoperto il DI, i tuoi libri e anche il workshop a Torino ho fatto il salto di qualità. Pratico Powerlifting (sono un amante di Wendler e Lilly) e introduco qualche sessione di HIIT. con DI e nel mezzo il carb cycling sono riuscito ad arrivare ad un 7,5% di bf, ad un bw di 81 kg senza stare troppo a contare calorie o a farmi pippe mentali. Forza sempre ai massimi livelli (ho dei PR di squat 150kg, stcco 190kg, panca 95 kg, press 70kg, 1 pull up +35kg) che per me è tanto essendo un 1,80m con leve abbastanza lunghe.
    non ti dico nella vita di tutti i giorni come mi sento bene: lavoro 10/11h/gg, famiglia, figlia di 3 anni e tutti i casini annessi. Continua così...ti stimo molto perchè al di la di tutte le "migliorie sportive" tu mi hai proprio migliorato la vita di tutti i giorni! grazie

    Rispondi

  • Vincenzo Tortora

    Vincenzo Tortora

    28 Aprile 2017 at 10:57 | #

    Ciao Matteo,

    Sono veramente felice di leggere le tue parole e capire di aver contribuito al tuo benessere "a 360°" e non solo sportivo/prestazionale (non che sia meno importante).

    Continua così! Ti ringrazio tanto per i complimenti; e ti faccio i miei più sinceri auguri di "buon proseguimento" nei tuoi progetti di miglioramento, nel Fitness e nella Vita. :)

    Un caro saluto.

    Rispondi

  • GIANLUCA PIRRO

    GIANLUCA PIRRO

    28 Aprile 2017 at 12:41 | #

    Anche a me fa piacere leggere commenti del genere. Infatti lo scopo di Oukside è proprio questo: migliorare la vita delle persone su ogni piano, non solo sul lato sportivo/nutrizionale ma anche psichico-spirituale se vogliamo ragionare in chiave olistica. E il lavoro che stiamo facendo in Team punta proprio su questa direzione. Complimenti quindi a Matteo per essere entrato in sintonia col messaggio che vogliamo trasmettere.

    Rispondi

  • Matteo Della Fonte

    Matteo Della Fonte

    28 Aprile 2017 at 15:20 | #

    Grazie molte, vi seguo tanto e letteralmente "saccheggio" il vostro sito. Sono altresi sicuro che tutti, a prescindere da che tipo di allenamento fanno potrebbero avere grandissimi risultati con DI/carb cycling e/o dieta chetogenica e soprattutto le donne. La triste realtà è che ingozzarsi di pastasciutta/pane/pizza/dolci e avere come sport il lamento sempre e comunque è il must per il 95% della popolazione. Ma non demordo se posso "convertire" qualcuno....io ci provo! in gamba ragà!

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.