Arrivare al traguardo: input per l'auto miglioramento fisico e mentale

L'eccellenza come disciplina per raggiungere qualsiasi obiettivo

Arrivare al traguardo: input per l'auto miglioramento fisico e mentale

Nel mondo del fitness leggiamo spesso di storie incredibili, persone obese che sono diventate fitness model, ragazzi con un arto in meno che hanno stabilito record impensabili, ragazzini disadattati che hanno creduto in sé stessi e sono diventati leggende. Si parla di gente che ha ottenuto risultati stupefacenti solo grazie alla propria forza di volontà.

A volte quelle storie ci motivano, a volte le pensiamo troppo lontane da noi, e non ci facciamo colpire. Comunque sia, abbiamo molte caratteristiche in comune con quegli esempi. Infatti, come esseri umani, siamo portati a cambiare quando una situazione non ci piace, quando abbiamo raggiunto il limite. Questo cambiamento ci porta a fare scelte che modificano più o meno radicalmente la nostra vita.

È qui che ci iscriviamo in palestra. È qui che ci mettiamo a dieta. È qui che iniziamo seriamente il piano di allenamento, o che contattiamo un personal trainer. Ma non solo: è qui che decidiamo di cambiare lavoro, smettiamo di fumare, lasciamo il partner, ripariamo la macchina, cambiamo stile di vita (Non tutte insieme, please).

Quando siamo al pedice della situazione, al di fuori dell’accettabile, queste decisioni drastiche sono spinte da fortissime emozioni negative, da un dialogo interno molto convincente e da immagini drammatiche del peggior evento, se si continua su quella rotta. E si viene a creare una fortissima motivazione che ci porta ad agire, a fuggire per migliorare.

Questo nel breve periodo.

Infatti, dopo aver progredito nell’allenamento, ottenuto discreti risultati, dopo aver perso parecchio peso, o a buon punto della ricomposizione corporea, ecco che arriva il blocco.

E qui nel cervello iniziano a frullare i pensieri negativi e limitanti che portano alla resa: “non sono portato geneticamente”, “non ho più tempo”, “dovrei cambiare casa/partner/suocera/cane…”. C’è chi continua a testa bassa, senza cambiare niente, e dura un po’ di più. C’è invece, chi si arrende subito. E nel caso peggiore c’è chi non accetta la sconfitta e decide di passare alla chimica, la strada facile, e nella sua testa l’unica possibile.

Il fatto è che per essere eccellenti, si deve cambiare il modo di pensare. È necessario un viaggio d’introspezione in sé stessi. Non è più questione di agire per compiacere gli altri, non è più questione di scappare da una situazione, ormai fuggire non ci stimola più. Non è più una questione di fare il massimo per far vedere a chi sta fuori quello che valiamo.

Fin quando disegni la tua strada con gli occhi delle altre persone, non arriverai mai alla vetta. Fin quando pensi di combattere per una medaglia, o per essere riconosciuto, non avrai delineato la tua vera strada. La verità è che se prima stavi cercando di scappare da una situazione negativa, ora il salto di qualità da fare è quello di capire verso che meta stai puntando.

E se l’idea di raggiungerla non ti procura un brivido di emozioni positive, e una botta di adrenalina e gioia, probabilmente non è quello che stai cercando. Infatti, mentre prima erano le emozioni negative a muoverti, ora per andare avanti dovrai farti muovere da quelle positive. Proprio come Batman. Ha iniziato il suo percorso per vendetta, e ha proseguito per amore. Questa è la differenza tra la mentalità del mediocre e del campione.

L’obiettivo è tuo. La soddisfazione maggiore te la puoi dare solo tu, nessun altro.

Una volta arrivato, forse non avrai l’approvazione di chi vorresti, e potresti non ottenere niente da nessuno, o è possibile che sarai l’ultima persona considerata sulla faccia della Terra, ma se l’hai deciso tu, se è una cosa che ti accende nel profondo, sarai comunque entusiasta e proverai orgoglio per la tua scelta. Ed è questo che fa la differenza. La vincita è nella mente.

Con la tecnica dei cinque perché, puoi scoprire se quella decisione che pensavi fosse tua, veramente fa parte di te oppure se non ti appartiene veramente. È un viaggio interno che consiglio a tutti. Munisciti di carta, penna e calma totale.

Per arrivare all’eccellenza c’è da farsi il sedere. Dovrai sudare. Dovrai lottare contro le tue paure, e sarà buio. Dovrai sopprimere i tuoi istinti. Dovrai sbattere contro migliaia di ostacoli, persone, imprevisti. Farà male, sia fisicamente che emotivamente. Sarà un viaggio nell’oscurità e nel dolore, ma in questo percorso, se sarà il tuo, avrai un faro che ti illuminerà la strada, sempre puntato verso il tuo obiettivo.

Il faro è il tuo perché, è la tua meta. È lo spago di Arianna, in mezzo al labirinto che circonda la tua comfort zone. Se non hai questa cordicella da afferrare saldamente, non arriverai al tuo obiettivo, desisterai prima. Identifica cosa ti muove. Scopri il vero perché.

Quando gli altri ti scoraggeranno lungo il percorso, saranno soliti trasmetterti i loro limiti, i preconcetti, le loro paure. Se la strada che ti sei disegnato non è chiara, ti faranno inciampare e gli darai ragione. Ma se, invece, ragioni fuori dagli schemi, saprai che loro non possono vedere ciò che vedi tu. Le loro paure, i loro limiti, i loro filtri della realtà gli impediscono di vedere, mentre tu hai gli occhi sgombri e il faro che ti guida.

Gli innovatori sono quelle persone che smettono di vedere con gli occhi degli altri e iniziano a vedere con i propri. Sii onesto con te stesso, umile con gli altri e abbi sempre sete di imparare. Sembrano le cose più scontate, eppure sono quelle meno considerate, che fanno la differenza tra un ciarlatano e un vincente.

Articoli correlati

Sull'Autore

Cristian Moletto

Adoro la scoperta e la creazione, come progetto preliminare per la diffusione ad ampio spettro. Eviscerare, spezzettare, fondere, adattare, sono le armi in dotazione del mio SNC. Non è la meta, è il viaggio che mi stimola, come un continuo salto di livello, per appollaiarsi sempre più in alto e allargare la mappa. Siamo tutt'uno e il tempo non esiste.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Formazione pratica

News e offerte

Iscriviti alla newsletter! È gratis

Continuando, accetti Termini e Privacy.

Formazione pratica

The Fitness K

Account e profilo

News ed offerte

Iscriviti alla newsletter! È gratis

Continuando, accetti Termini e Privacy.

Logo Oukside