fbpx

Le chiavi del miglioramento nel Fitness: non solo dati sulla composizione corporea

12 domande chiave per valutare il miglioramento di fitness e wellness
Di Editor Oukside , 19 Luglio 2017

Le chiavi del miglioramento nel Fitness: non solo dati sulla composizione corporea

È mai possibile che chi vuole dimagrire si affidi quasi solo al peso corporeo per capire se sta progredendo? Negli ultimi tempi, finalmente, abbiamo capito che non deve essere così. Ci sono cose più importanti, come la composizione corporea.

Ma noi non ci accontentiamo, quindi, parafrasiamo la domanda:

È mai possibile che chi vuole migliorare la composizione corporea si affidi quasi solo ai dati ottenuti tramite strumentazioni per stimare/analizzare la composizione corporea per capire se sta progredendo?

Ma allora a cosa bisognerebbe affidarsi? Ci sono una marea di altri “indici” che ci fanno capire se una persona sta migliorando o meno rispetto a un livello di partenza. Le conseguenze sul piano fisico sono - appunto - conseguenze.

Un ritrovato benessere, sentire di avere più o meno energie, dormire meglio o peggio: tutti fattori analizzabili con le domande giuste, le quali possono entrare a far parte dell’arsenale del professionista per valutare i miglioramenti.

Non solo. Può essere utile insegnare ai propri clienti che il miglioramento non è mai monofattoriale e che - ad esempio - ritrovarsi a 2 mesi di una nuova dieta o nuovo allenamento, con la stessa composizione corporea ma con meno fame e molte più energie, è certamente un miglioramento.

Ecco, quindi, alcune semplici domande, con relativa spiegazione, da cui iniziare per valutare i miglioramenti. Attenzione: non sono misure, ma d’altro canto neppure alcuni strumenti quali la bioimpedenziometria, tanto in voga e tanto osannata, danno misure ma semplicemente stime.

Come si sente il tuo corpo rispetto all’inizio?

Questa domanda è molto utile per far capire che è importante imparare ad ascoltare i segnali del proprio corpo e capire cosa si intenda per benessere. Il benessere percepito non è qualcosa di poco conto, ma un indice di valutazione che ci fa capire se la strada intrapresa è quella giusta.

Hai meno dolori (specie articolari) rispetto a quando hai iniziato?

Molti clienti (specie se si rivolgono a un professionista per dimagrire) lamentano dolori articolari. Spesso ne hanno i sedentari. Una buona domanda è quindi quella che chiede se i dolori sono diminuiti rispetto all’inizio.

I dolori lombari sono diminuiti?

Questa è una estensione della domanda precedente, ma riguarda una grandissima fetta della popolazione: i dolori lombari. Possono essere causati da una marea di problematiche, a carico della colonna vertebrale e dei muscoli che su di essa agiscono. Molto spesso l’allenamento e lo stretching di glutei e cosce posteriori (femorali/ischiocrurali) aiuta moltissimo.

Hai più energie in generale rispetto a prima?

Sentirsi più in forze è certamente un ottimo segno che fa comprendere se quello che si sta facendo è adatto o meno al proprio cliente. Molte persone tornano dal nutrizionista o il personal trainer, da un lato lamentandosi di non aver perso peso, dall’altro “Però ho molte più energie”.

Il tuo appetito è più regolare e riesci a gestire meglio i pasti?

L’esempio che si può fare in merito a questa domanda estende quello su presentato. Molte persone lamentano di non aver perso peso dopo aver modificato le loro abitudini alimentari, eppure dichiarano “Però ho molta meno fame e mi controllo meglio”.

La tua libido è aumentata, diminuita o rimasta stabile?

La libido è un ottimo segno per comprendere quanto le nuove abitudini stiano influendo sui livelli di energia e benessere interagendo con la produzione ormonale (specie degli ormoni sessuali). La scarsa libido che si può osservare in periodi di restrizione energetica potrebbe farci capire che abbiamo stretto troppo la cinghia.

Come è cambiata la qualità del tuo sonno?

Anche in merito al sonno poche persone fanno attenzione a quanto importante esso sia in un contesto di miglioramento dello stile di vita per incrementare le prestazioni e il livello di fitness. Migliorare il sonno è tra i primi step da fare quando si vuole puntare al dimagrimento, alla salute a lungo termine e alla performance in caso di sportivi/atleti.

Come è cambiata la tua mobilità/flessibilità, specie nella catena cinetica posteriore?

La difficoltà più importanti in merito alla mobilità e alla flessibilità si riscontra nella catena cinetica posteriore: moltissime persone fanno fatica, ad esempio, a fare una buona accosciata rimanendo sui talloni e non spostando tutto il loro peso sulle punte. Anche se non si diventa più forti per il nuovo allenamento, migliorare la mobilità è un buon segno che si stiano facendo le cose per bene.

Com’è cambiato il tuo umore nella giornata/settimana/mese?

L’umore è un fattore importantissimo da tenere in considerazione se si vuole migliorare il proprio corpo. Molti clienti lamentano di non scendere peso, non modificare la composizione corporea, non raggiungere un certo livello di performance e non comprendono che il primo step potrebbe essere proprio smettere di lamentarsi e iniziare a capire che tutto ciò che stanno facendo produrrà come risultato perdita di peso, dimagrimento o aumento della performance.

Sei diventato più forte in palestra e fuori da essa?

La forza fisica è un fattore chiave del miglioramento. Essere più forti, infatti, significa anche sentirsi meglio, avere più energie, poter fare più cose e avere un umore positivo. Migliorare la forza, poi, è uno step fondamentale specie in ambito di allenamento: meglio pensare prima a sollevare qualche Kg in più che non a pesare qualche Kg in meno.

Hai più resistenza quando vai a correre o in bici o nelle normali attività giornaliere?

C’è chi non si rende conto di quanto stia migliorando, perché fa affidamento su dati fuorvianti. Il solo peso, la sola analisi delle composizione corporea, non bastano per capire in che direzione si sta andando. C’è chi si trova ad essere più forte e affrontare le proprie giornate al massimo delle energie da quando si sveglia a quando va a dormire: i professionisti impegnati nel miglioramento del fitness delle persone, devono far capire che questo parametro non può non essere considerato.

La qualità della tua vita in generale è migliorata da quando hai cambiato abitudini?

Ci sono cose che gli strumenti non possono segnalarci: quanto una persona si senta bene con se stessa e con quello che fa giorno per giorno.

La qualità della vita (percepita) è un indice che dovrebbe guidarci in merito a scelte da fare per indurre al miglioramento. La dieta è perfetta ma per seguirla una persone deve rinunciare a moltissimo della sua vita sociale? L’allenamento è fantastico ma per eseguirlo come da programma occorre impiegare energie che vengono tolte a qualcos’atro che farebbe bene al cliente? Gli integratori assegnati sono i più idonei per il corpo di quel cliente ma proprio non ha modo di prenderli all’orario indicato?

Sono tutte domande che bisogna porsi perché migliorare il fitness significa integrare uno stile di vita sano nella vita stessa di una persona. Bisogna chiedersi se quella persona, a meno di radicali cambiamenti, potrà seguire quelle indicazioni per la vita oppure no, senza ripercussioni negative sul suo umore, su altri aspetti che lei stessa vuole e deve portare avanti (famiglia, amici, relax, etc. nel primo caso; lavoro, mantenimento casa, etc. nel secondo caso).

Un Sì a tutte le domande

Esistono test di valutazione dello stato di fitness e benessere di una persona molto più elaborati, che poi assegnano un punteggio X e ci fanno comprendere in che direzione stiamo andando.

Ma, almeno per ora, le risposte a tutte queste domande dovrebbero rappresentare qualcosa di positivo. Se ci sono risposte che contengono del negativo, si saprà già dove agire!

Non hai ancora trovato la soluzione che cercavi?

Forse la stai cercando nel posto sbagliato. Hai bisogno di un metodo pratico che ti dica dove guardare. Vieni a scoprirlo nei K Start GRATIS.

Cosa sono? Il Fitness è un campo troppo vasto per riuscire a non perdere mai l'orientamento. I K Start sono la visione d'insieme che permette di farlo, che tu sia un Appassionato che vuole migliorare se stesso o un Professionista impegnato ad aiutare gli altri a farlo.

SCEGLI:

Psss! Se non lo hai ancora fatto, iscriviti alla Newsletter per ricevere uno sconto del 15% su tutti i servizi Oukside, oltre a preziosi ed esclusivi consigli! Iscriviti ora alle News

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.