fbpx

Tutto quello che non volevate sapere sul CrossFit

La base dell'ipertrofia è una buona tecnica di esecuzione degli esercizi
Di Luca Usai , 10 Marzo 2016

Tutto quello che non volevate sapere sul CrossFit

CrossFit. Probabilmente è il termine maggiormente pronunciato in ambito Fitness degli ultimi anni. Ma cos’è il CrossFit? Perché ha creato così tanto scalpore? Serve realmente? Un passo alla volta analizzeremo tutto ciò che ruota attorno a questa disciplina.

Cos’è il CrossFit?

Il CrossFit (CF) viene descritto, nel sito ufficiale www.crossfit.com,, come “un programma di rafforzamento e condizionamento fisico, nato con l’intento di suscitare la migliore risposta adattiva possibile a livello fisico”.

Il CrossFit non è un programma di fitness specializzato, ma un deliberato tentativo di ottimizzare la competenza fisica in ognuno dei dieci domini del Fitness, ovvero: capacità cardiovascolari, resistenza, forza , flessibilità, potenza, velocità, coordinazione, agilità, equilibrio e precisione.

Gli ideatori del CF, sono i due signori che vedete in foto, Greg Glassman e Lauren Jenai.
Non sembrano i tipici frequentatori di una palestra CrossFit, lo so.

Glassman e Jenai: creatori del CrossFit

Una pezzo molto famoso di uno dei fondatori, Greg Glassman, è il seguente:

Mangia carne e verdure, noci e semi, un po’ di frutta, pochi amidi e niente zucchero. Mantieni l’apporto calorico a un livello tale che favorisca l’allenamento ma non l’accumulo di grasso. Esercitati e allenati con i sollevamenti principali: Deadlift, clean, squat, press, C&J e snatch. Allo stesso modo, impadronisciti delle basi della ginnastica: pull-up, dip, arrampicata sulla corda, push-up, sit-up, press in piedi, piroette, flip, spaccate e prese. Vai in bici, corri, nuota, fai vogate, etc., forte e veloce. Cinque o sei giorni a settimana mescola questi elementi in tutte le combinazioni e i percorsi che ti suggerisce la tua creatività. La routine è il tuo nemico. Continua a fare allenamenti brevi e intensi. Impara e pratica regolarmente nuovi sport.”

Perché il CrossFit ha creato così tanto scalpore?

Il mondo del Fitness ha un lato oscuro, quello del marketing disonesto. Il Fitness segue le mode, perché è grazie ad esse che le aziende e le palestre hanno un forte ritorno economico.

Vi ricordate del G.A.G (Gambe – Addome – Glutei)? Gli assidui frequentatori delle palestre si ricorderanno per forza di questo acronimo che, circa dieci anni fa, spopolava nelle locandine delle palestre. Oggi si trova solo sporadicamente in qualche palestra. Casi come questo ce ne sono a decine: nati nelle fiere del Fitness, prosciugati dalle palestre, morti l’anno seguente. Con questo non voglio infangare ciò che porta moneta all’interno del Fitness, ma solo invitarvi a ragionare.

Il CrossFit è nato allo stesso modo: sviluppato in pochi anni a macchia d’olio in tutto il mondo, e risulta ancora in espansione. Al contrario delle altre mode, sembra non vedere fine. A cosa è dovuto tutto ciò? Sarà perché il suo marchio è stato acquisito da una grossa multinazionale produttrice di abbigliamento sportivo, sarà per i suoi testimonial o sarà stata fortuna, non lo so. I settori economico e pubblicitario non sono di mia competenza, e questa non risulta la sede adatta per parlarne, quindi mi fermo qui.

Il CrossFit è realmente utile?

La risposta la do già da ora: sì, il CrossFit è utile a seconda dei vostri obiettivi. Il CF è efficace quanto ogni altro Cross Trainig. Per chi non sapesse cos’è il Cross Training (CT), questa è una tipologia di allenamento che unisce diversi esercizi che provengono da altre discipline; da qui “cross” ovvero incrociare.

Pullup in modalità butterfly

Quindi la novità dove sta? Il CF ha solo estremizzato il concetto dei CT, andando ad inserire esercizi creati ad hoc come le Kipping Pull UP o inglobato metodiche del Weightlifting e del Kettlebell lifting.

Se volete cimentarvi e provarlo: fatelo. È un’attività che può portare ad un miglioramento in termini di composizione corporea, un aumento di forza e potenza, un incremento della VO2max (il massimo volume di ossigeno consumato dall’organismo per minuto) e in generale aiuta a stare in salute (1, 2, 3). Ovviamente, tutto ciò, dando per scontato che l’attività sia svolta in maniera seria e corretta.

Corro il rischio di infortunarmi facendo CrossFit?

La letteratura scientifica, in questo caso, ci viene in aiuto sostenendo che la percentuale di infortuni per i praticanti del CF è pari al 20% su atleti non affiancati da un trainer, mentre la percentuale diminuisce in presenza di un PT (4).

Sembra, inoltre, che il rischio di lesioni sia pari a quello degli sport di sollevamento pesi, ma inferiore a quello degli sport da contatto, come il rugby (5, 6). Infine, risulta che le zone maggiormente colpite da infortuni siano l’articolazione della spalla e la parte bassa della schiena (4, 5).

Tirando le somme

Se proprio volete praticare il CrossFit, cercate una palestra seria e iscrivetevi. Non ho messo in maiuscolo “seria” a caso. Il problema delle mode nel Fitness è che tutto il settore ciclicamente si “lancia” sulla moda stessa, per richiamare più clienti possibili. Non a caso, le attività che vanno più in voga, sono anche quelle che costano di più.

La maggior parte dei corsi avviati, seguendo l’onda del CF, sono tutti tenuti da maestri di Box, istruttori Functional, istruttrici Total Body e così via, che spacciavano un’attività classica di CrossTraining, o quello che viene definito comunemente Functional, per il CrossFit.

Un professionista del settore, se spigliato, tutto ciò lo riconosce al volo; un neofita o un “non addetto ai lavori” no.

In conclusione

Il mio consiglio? E’ quello di diffidare sempre dalle attività con il marchio registrato,avere occhio critico per tutto e informarvi su quello che fate. Se volete praticare il CrossFit, fatelo come si deve, in una buona palestra, seguiti da professionisti della disciplina, e metteteci tutto il vostro impegno.

Questa massima non vale solo per il CF, ma per tutte le attività che sceglierete di fare.

E adesso: buon WOD!

Riferimenti

  1. Murawska-Cialowicz E et al. Crossfit training changes brain-derived neurotrophic factor and irisin levels at rest, after wingate and progressive tests, and improves aerobic capacity and body composition of young physically active men and women. J Physiol Pharmacol. Dec, 2015.
  2. Smith MM et al. Crossfit-based high-intensity power training improves maximal aerobic fitness and body composition. J Strength Cond Res. Nov, 2013.
  3. Eather N et al. Improving health-related fitness in adolescents: the CrossFit Teens™ randomised controlled trial. J Sports Sci. Feb, 2016.
    Weisenthal BM et al. Injury Rate and Patterns Among CrossFit Athletes. Orthop J Sports Med. Apr, 2014.
  4. Hak PT et al.The nature and prevalence of injury during CrossFit training. J Strength Cond Res. Nov, 2013.
  5. Knapik JJ. Extreme Conditioning Programs: Potential Benefits and Potential Risks. J Spec Oper Med. 2015.

Non hai ancora trovato la soluzione che cercavi?

Forse la stai cercando nel posto sbagliato. Hai bisogno di un metodo pratico che ti dica dove guardare. Vieni a scoprirlo nei K Start GRATIS.

Cosa sono? Il Fitness è un campo troppo vasto per riuscire a non perdere mai l'orientamento. I K Start sono la visione d'insieme che permette di farlo, che tu sia un Appassionato che vuole migliorare se stesso o un Professionista impegnato ad aiutare gli altri a farlo.

SCEGLI:

Psss! Se non lo hai ancora fatto, iscriviti alla Newsletter per ricevere uno sconto del 15% su tutti i servizi Oukside, oltre a preziosi ed esclusivi consigli! Iscriviti ora alle News

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.